Le 5 principali competenze di leadership nel 2022

Di | 31 gennaio 2022

Non è più una novità che i leader di successo siano quelli capaci di reinventarsi e adattarsi a nuovi scenari, giusto? Quindi non sorprende che nel 2022 siano necessarie nuove competenze di leadership.

Le aziende stanno diventando sempre più complesse, imponendo ai leader un aggiornamento costante delle loro skill. Questo articolo illustra le 5 principali competenze di leadership nel 2022, ispirate dai contenuti di Forbes e Korn Ferry.

competenze leadership 2022

Le 5 competenze di leadership del 2022

Hai mai riflettuto sul fatto che, negli ultimi due anni, la maggior parte delle organizzazioni ha modificato la propria attività (o il modo di svolgerla) per adeguarsi e non perché lo avesse in programma?

Ma c’è una nota positiva in questa situazione. Questo scenario di trasformazioni inaspettate ci ha mostrato che le aziende che hanno saputo sfruttare l’agilità e la flessibilità dei team, hanno avuto più opportunità di reinventarsi ed evolvere.

Ma naturalmente, affinché ciò sia possibile, è necessario che il management svolga il proprio ruolo, organizzando le richieste, guidando e ispirando i dipendenti e, ovviamente, ascoltando con attenzione ed empatia tutti i membri del team.

Il nuovo anno porta nuovi scenari e da ora in poi i leader dovranno disporre di 5 competenze per avere successo. Eccole qui:

1. Adattabilità e aggiornamenti continui

I cambiamenti avvengono sempre più velocemente, quindi i leader non possono permettersi di “aspettare e vedere come va”: devono invece saper affrontare i cambiamenti inaspettati del mercato.

La volatilità e i progressi della tecnologia creano minacce e opportunità ovunque e, affinché le organizzazioni possano gestire la situazione, è necessario essere in grado di riconoscere e rispondere a tali tendenze.

2. Agilità

Secondo un sondaggio condotto da McKinsey, il 37% degli intervistati afferma che le loro organizzazioni stanno realizzando trasformazioni agili dettate principalmente dai risultati positivi ottenuti dai piccoli team multidisciplinari.

È importante che il management adotti una cultura agile! Dopo tutto, la forma mentis e le metodologie agili ci insegnano molto su come migliorare l’efficacia e l’adattabilità quando si lavora con nuovi modelli, incluso quello ibrido.

3. Cultura dell’apprendimento

Se c’è una cosa che abbiamo osservato negli ultimi anni, è che sono coloro che continuano ad apprendere e a sviluppare nuove capacità che riescono ad adattarsi e ricoprire nuovi ruoli.

È quindi essenziale identificare e sviluppare la leadership e il talento in tempi rapidi, di pari passo con il cambiamento delle esigenze e l’evoluzione tecnologica.

Il dipartimento HR può adottare programmi di formazione e sviluppo, coaching e mentoring per creare una cultura dell’apprendimento all’interno dell’organizzazione.

4. Legami ed empatia

Se nel 2020 si è passati dal contatto in presenza a quello virtuale, il 2022 promette un ritorno in ufficio in forma ibrida. Alla luce di questo scenario, non sorprende che uno dei compiti principali dei leader sia quello di creare un legame tra le persone.

Le organizzazioni devono promuovere una cultura di ascolto attivo, comprensione ed empatia, infondendo più sinergia nei team. Non c’è da stupirsi che il lavoro di squadra favorisca risultati più efficaci, agili e creativi.

5. Salute e benessere

Questa tematica è stata fondamentale per individui e organizzazioni. Tuttavia, affinché questi sforzi siano efficaci, i leader devono saper parlare di salute mentale con i loro team, promuovendo la sicurezza psicologica a livello pratico.

Secondo Korn Ferry, i contatti limitati con i colleghi, la mancanza di separazione tra lavoro e vita personale e molte altre difficoltà emerse durante la pandemia, hanno portato ad un aumento sempre maggiore della stanchezza nelle persone.

Con la progressiva diffusione del lavoro da remoto e ibrido, i leader dovranno dedicare più tempo alla creazione di nuove culture lavorative che avvicinino le persone ovunque si trovino, tramite feedback costanti.

Diventa un/una leader del futuro

Anche se i tempi sono cambiati, non tutte le competenze. Alcune erano richieste ai manager già da tempo, ma sono diventate ancora più evidenti di recente.

Leggendo i contenuti di Forbes e Korn Ferry, è chiaro che il focus sullo sviluppo è alla base di un management esemplare, capace di instaurare rapporti con le persone e ottenere risultati positivi.


Per aiutare le persone e le organizzazioni a prepararsi nel miglior modo possibile a questo scenario, offriamo diverse soluzioni formative che vanno dai corsi a catalogo ai progetti personalizzati.

Il nostro corso full immersion “Leader of the Future” è inoltre la nostra soluzione più all’avanguardia in tema di leadership che garantisce un’esperienza di apprendimento innovativa e impattante.


Articolo originale di Arthur Diniz, CEO e fondatore di Crescimentum.

Altri focus sullo stesso tema

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi la notifica sui nuovi post del Blog

Abilita JavaScript e Cookies nel brauser per iscriverti