Emanuele Castellani

Emanuele Castellani

In Cegos dal 2011, riveste il ruolo di Amministratore Delegato dal 2012. Nel 2000 inizia il suo percorso in ambito Risorse Umane, prima in Adecco e successivamente in ADP. Oggi è membro del Comité de Groupe International di Cegos SA, fornendo il suo contributo allo sviluppo del Gruppo.

Facebook porta al confronto generazionale. Incontro o scontro?

 Facebook porta al confronto generazionale. Incontro o scontro?

“Senator, we run ADS”. Quasi preoccupato che la banalità della risposta risultasse offensiva, Mark Zuckerberg ha risposto così al quesito del Senatore Mr Hatch, che suonava più o meno così “come può stare in piedi un servizio in cui gli Users non pagano per il servizio che ricevono?” Ancora ho difficoltà a comprendere le finalità

Emanuele Castellani

Performance Management, giving feedback e sviluppo personale

 Performance Management, giving feedback e sviluppo personale

Cristiano Ronaldo ringrazia il pubblico Juventino che, presente all’Allianz Juventus Stadium, in occasione di Juve – Real, gli ha appena rivolto un applauso, a sottolineare l’apprezzamento verso il gesto atletico e tecnico appena compiuto. Questa è la foto del giorno! Per quel pubblico, CR7 è un avversario, ma indiscusso campione; uno dei migliori giocatori, probabilmente

Emanuele Castellani

From micro management to performance

 From micro management to performance

Mirko è un manager a capo di una struttura composta da 8 persone, profili caratterizzati da un’età variabile intorno ai 35 anni, per lo più laureati e dotati di un medio livello di seniority professionale. Luca è una di queste risorse. Pur sentendosi, come gli altri, molto stressato per una serie di fattori che contraddistinguono

Emanuele Castellani

La “maledizione” del talento: si può spezzare l’incantesimo?

 La “maledizione” del talento: si può spezzare l’incantesimo?

Ho letto un interessante articolo su Harvard Business Review, dal titolo “La maledizione del talento”. Il mio mestiere consiste proprio nel trovare il modo di soddisfare il bisogno di progredire delle persone, quindi, in parole povere, nella valorizzazione di ogni talento che qualsiasi persona possa possedere, e così la lettura mi ha proprio appassionato. Perché

Emanuele Castellani

Ricevi la notifica sui nuovi post del Blog

Abilita JavaScript e Cookies nel brauser per iscriverti