Sviluppa la tua leadership: 5 competenze su cui lavorare tutta la vita

Di | 14 luglio 2022

Lo sviluppo della leadership è un processo lungo. È un percorso che comporta dei cambiamenti personali, che avranno un impatto sulla tua vita professionale e ti consentiranno di essere riconosciuto/a come leader.

Ecco 5 aspetti fondamentali su cui lavorare per tutta la vita, finalizzati a migliorare il tuo atteggiamento di leader.

Sviluppa la tua leadership: 5 competenze su cui lavorare tutta la vita

1. Conoscersi meglio

Lo sviluppo personale è una competenza fondamentale per un leader. Prima di riuscire a ottenere la fiducia dei propri dipendenti, si deve conoscere sé stessi a fondo” afferma Catherine Jacquet, Project Director di Cegos. Questo è il punto di partenza: prendi coscienza dei tuoi schemi di pensiero, dei tuoi modelli mentali, delle tue modalità operative e dei pregiudizi che influenzano il tuo modo di ragionare. Questo ti consentirà di prendere decisioni migliori, controllarti meglio e adattarti più facilmente a qualsiasi situazione.
Questa conoscenza di sé deve essere affinata per tutta la vita. Ne risulteranno migliorati sia l’appagamento che la serenità sul lavoro, ma anche la tua vita privata. Perciò, se vuoi saperne di più sulla leadership nel suo insieme, scegli un programma incentrato sullo sviluppo personale.

Per imparare a conoscerti meglio, opta per percorsi formativi incentrati su: coscienza di sé e modelli mentali, autostima e sicurezza di sé, intelligenza emotiva, assertività e affermazione di sé.

2. Comprendere gli altri e modificare i comportamenti

Non si diventa leader in solitudine. Il ruolo del leader è parte della relazione con gli altri. Pertanto, una delle caratteristiche della leadership consiste nella capacità di influenzare. I migliori leader hanno una buona conoscenza della psicologia umana, della sociologia e della comunicazione. Questi elementi aiutano il leader a capire meglio gli altri e ad adattarsi a qualsiasi interlocutore.

L’apertura mentale consente al leader di lavorare con una grande varietà di profili di dipendenti. I leader sono spesso pionieri nell’ambito dell’inclusione” osserva Catherine Jacquet. “Consentono a ciascuno di essere sé stessi e di prosperare sul lavoro. A volte, riescono persino a cambiare il modo in cui le persone vengono viste all’interno delle organizzazioni.”

Per essere un leader, devi continuamente migliorare le tue tecniche oratorie, di comunicazione e di persuasione.

Infine, per alzare l’asticella degli obiettivi e aiutare i tuoi dipendenti ad avere successo collettivamente, devi conoscere i principali fattori trainanti del lavoro collaborativo e dell’intelligenza collettiva.

Per imparare a capire meglio gli altri e per modificare i comportamenti, scegli una formazione sui seguenti argomenti: comunicazione interpersonale, gestione interculturale, gestione intergenerazionale, gestione della diversità, gestione inclusiva, lavoro collaborativo, intelligenza collettiva.

3. Comprendere e modificare il proprio ambiente

Da un punto di vista sistemico, il futuro delle organizzazioni dipende anche dall’evoluzione del loro ambiente: devono essere all’altezza delle attuali sfide ambientali e sociali e anticipare quelle future. Imparare ad analizzare gli impatti ambientali, aziendali e sociali delle proprie strategie e azioni è diventato un fattore essenziale per i leader. Anche aiutare i propri dipendenti e dirigenti a prepararsi ad affrontare queste sfide e ad agire di conseguenza, è un dovere dei leader. I leader devono anche avere l’umiltà di ascoltare quelli che ne sanno più di loro, specialmente coloro che sono maggiormente coinvolti in questi argomenti.

D’altra parte, le innovazioni tecnologiche si stanno sviluppando a una velocità strabiliante. Le istituzioni pubbliche non sono sempre capaci di tenere il passo e regolarne l’uso, sia in termini di utilizzo dei dati raccolti che di finalità degli algoritmi per uso commerciale. È, quindi, a livello aziendale che possiamo agire offrendo metodi di autoregolamentazione o pratiche alternative che influenzeranno le nuove modalità di utilizzo. Qui entrano in gioco l’integrità delle pratiche e gli interrogativi sull’etica. Anche in questo contesto, un leader che agisce coscienziosamente può fungere sia da scudo che da influencer, sia internamente che esternamente alla sua organizzazione.

Per imparare a comprendere e agire sul tuo ambiente nel modo migliore, scegli una formazione incentrata sui seguenti temi: analisi strategica, CSR (Responsabilità sociale d’impresa), ecologia e ambiente, deontologia ed etica.

4. Creare valore per la propria organizzazione

Un leader è innanzitutto una persona che ha ed esprime una visione. Se la sua missione primaria è quella di creare valore per i suoi clienti e per la sua azienda, dovrà farlo nel rispetto dei valori che uniscono il gruppo di cui fa parte. Inoltre, dovrà farlo consapevolmente e mettere regolarmente in discussione le sue pratiche per adattarsi al contesto in cui agisce” evidenzia Catherine Jacquet.

A questo proposito, possono aiutare 3 competenze:

  • Abilità di definire e condividere una chiara visione strategica, nonostante un contesto incerto.
  • Saper valutare l’impatto economico e finanziario delle proprie decisioni e azioni sull’organizzazione.
  • Sviluppare la creatività in modo da lasciare sempre aperto il campo delle possibilità e immaginare nuove risposte alle esigenze dei clienti, alle aspettative dei dipendenti, ecc.

Per apprendere come creare più valore per la tua organizzazione, scegli percorsi formativi incentrati sui seguenti argomenti: strategia CSR, finanza, strategia e piano aziendali, eccellenza operativa e miglioramento continuo, creatività, innovazione manageriale.

5. Prevedere i cambiamenti

Il mondo in cui ci evolviamo presenta molte incertezze ed è in continua trasformazione, a volte con rotture molto marcate. Ecco il motivo per cui gestire il cambiamento e la trasformazione è essenziale per chiunque voglia migliorare la propria posizione di leadership. “In quanto leader, devi saper cogliere i segnali deboli, identificare i trend principali e attingere da essi come fonti di innovazione. Ciò significa anche saper trasformare le idee migliori in progetti sperimentali! Occorre anche essere in grado di difendere tali progetti davanti a un CODIR, per trasformarli in realtà e riuscire a coinvolgere i dipendenti per generare energia creativa a tutti i livelli” spiega la nostra esperta.

Il leader deve affinare le proprie capacità analitiche e innovative e coltivare una mentalità imprenditoriale.

Per imparare ad anticipare i cambiamenti, scegli corsi di formazione incentrati sui seguenti temi: supporto al cambiamento e alla trasformazione, gestione dell’innovazione, iniziativa e imprenditorialità.

Se la tua motivazione è alta ma non sai da dove iniziare, ti invito a prendere in considerazione il corso Leader of the Future. Dura 5 giorni e riunisce partecipanti da tutta Europa per un’esperienza di apprendimento straordinaria, coinvolgente e intensiva. Il corso è incentrato sullo sviluppo personale allo scopo di preparare i futuri leader a evolversi in un mondo sempre più imprevedibile. Questo innovativo corso proposto da Cegos è un’esperienza di apprendimento eccellente per diventare la versione migliore di sé stessi. Per saperne di più, leggi il programma della formazione.

Altri focus sullo stesso tema

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi la notifica sui nuovi post del Blog

Abilita JavaScript e Cookies nel brauser per iscriverti