Perché il ruolo della cultura organizzativa è essenziale per la trasformazione digitale?

Di | 24 febbraio 2021

Articolo di Dan Porto, Managing Partner di Crescimentum.


Di fronte alla pandemia, molte organizzazioni hanno dovuto affrontare l’urgente necessità di accelerare i propri processi di trasformazione digitale. Tuttavia, molti dimenticano un pilastro fondamentale di ogni trasformazione: la cultura. Non è possibile separare cultura e trasformazione digitale.

cultura e trasformazione digitale

Con sorpresa di alcuni, una digital transformation ha un po’ meno a che fare con la tecnologia e più a che fare con la cultura e in questo articolo vediamo come. 

Cambiamento, trasformazione ed evoluzione

Prima di parlare esattamente di cultura e trasformazione digitale, è importante capire che c’è differenza tra cambiamento, trasformazione ed evoluzione.

  • Il cambiamento è un modo diverso di fare qualcosa;
  • La trasformazione è un modo diverso di essere;
  • Infine, l’evoluzione non è altro che un cambiamento e una trasformazione costanti.

Quindi, potremmo dire che i questo momento stiamo vivendo più un’”evoluzione digitale”, che racchiude in sé anche il concetto di trasformazione.

Prim vivevamo in un contesto segnato da globalizzazione, velocità, digitalizzazione, agilità, maggiore pressione verso i risultati. L’abbiamo identificato con l’acronimo VUCA: volatile, incerto, complesso e ambiguo.

Ora viviamo in tempi difficili e alcune tendenze aziendali hanno subito una accelerazione. Possiamo dire di avere una maggiore percezione del mondo digitale oggi, anche a causa della pandemia, motore di questa trasformazione per molte organizzazioni.

Digitalizzazione o trasformazione digitale?

Quando si parla di questo argomento, molte aziende hanno ancora difficoltà a capire la differenza tra un maggiore utilizzo delle tecnologie e una trasformazione digitale di successo.

Quindi, la tua organizzazione ha davvero attraversato la trasformazione digitale o sta semplicemente usando Zoom per le riunioni?

Secondo Tom Loosemore, trasformazione digitale significa applicare cultura, pratiche, processi e tecnologie dell’Era Digitale all’organizzazione per rispondere alle crescenti aspettative di collaboratori e clienti.

Di recente ho condotto un breve sondaggio per capire come le organizzazioni stiano “navigando” sull’onda della trasformazione digitale. I risultati sono stati sorprendenti:

  • Quasi il 50% degli intervistati ha risposto di non sapere se guidano o sono guidati dalla trasformazione digitale;
  • Poco più del 20% ha risposto di guidare consapevolmente la trasformazione digitale;
  • E quasi il 15% ha risposto di essere stato colto di sorpresa e di non essere preparato per la trasformazione digitale.

Alla luce di ciò, come possiamo prepararci per una vera trasformazione digitale? Conoscere alcuni miti sul tema potrebbe essere un ottimo inizio.

4 miti sulla trasformazione digitale

Spesso ricadiamo in approcci che non hanno molto senso quando si pensa a un’efficace trasformazione digitale. Di seguito, condivido quelli che ritengo i principali 4:

Mito 1: il digitale implica un approccio disruptive

Indubbiamente, l’innovazione va di pari passo con il digitale ma in realtà una trasformazione digitale richiede strumenti per comprendere le richieste già note ai clienti. Significa soddisfare esigenze già esistenti in modi nuovi e creativi.

Mito 2: il digitale sostituirà l’uomo

Questo è forse uno dei timori più sentiti sul tema.

La verità è che la tecnologia e l’essere umano lavoreranno insieme, perché avremo bisogno di persone capaci di usare creatività e intuizione per rispondere al meglio alle nuove esigenze e quindi far funzionare meglio gli strumenti digitali.

Mito 3: l’innovazione riguarda sempre e solo cambiamenti rivoluzionari

Non sempre! A volte l’innovazione consiste nel fare collegamenti e migliorare ciò che già esiste. Una trasformazione digitale non ha bisogno di cambiamenti rivoluzionari ma nuove soluzioni pensate per migliorare l’esperienza del cliente e dei dipendenti.

Mito 4: la trasformazione digitale riguarda più la tecnologia e meno la cultura

La trasformazione digitale non richiede solo l’aggiornamento della tecnologia o la riprogettazione dei prodotti. È fondamentale invece creare una cultura che garantisca a tutti un’esperienza digitale positiva ed efficace.

Cultura e trasformazione digitale

Parlare di cultura organizzativa sembra sempre essere una sfida. Dopotutto, come rendere tangibile un argomento così intangibile? Il mio obiettivo qui non è trattare a fondo il tema della cultura organizzativa ma concentrarmi sul suo impatto sulla trasformazione digitale.

È fondamentale quindi capire è che la cultura è formata da ciò che leader e dipendenti dimostrano di valorizzare e si concretizza soprattutto per ciò che fanno, non solo per ciò che dicono.

Pertanto, una cultura organizzativa allineata ha la missione di plasmare i comportamenti, formare un’identità, generare impegno collettivo e, infine, fornire stabilità per un’azienda.

In altre parole, la cultura è il fondamento che determina un’identità tra le persone, mantenendole allineate verso un obiettivo comune.

Ecco perché è così importante parlare di cultura quando pensiamo alle nostre azioni di trasformazione digitale. Una cultura fondata su innovazione, adattabilità e collaborazione può aiutare a potenziare, abbracciare e sfruttare la trasformazione digitale.

Come allineare cultura e trasformazione digitale?

Lavorare con la cultura della tua organizzazione a favore di una trasformazione digitale di successo inizia con 3 azioni principali:

1- Driver strategici

Innanzitutto, serve comprendere le direzioni strategiche dell’organizzazione, cioè l’obiettivo verso cui la tua azienda tende. I valori devono essere coerenti.

2- Entropia culturale

Successivamente, è necessario valutare lo stato attuale dell’organizzazione e vedere su quali valori si basa. È importante perché in alcuni casi possono persino limitare lo scopo della tua azienda, come burocrazia, gerarchia, iper-competitività, mancanza di comunicazione.

3- Chiedere alle persone

Ultimo, ma non meno importante, è importante capire come vogliono vivere le persone nell’organizzazione in relazione ai valori, cioè quale cultura desiderano abbracciare.

6 passaggi per costruire una cultura della trasformazione digitale

Per aiutarti nell’impegnativo compito di costruire una cultura della trasformazione digitale, condivido 6 passaggi che possono aiutarti:

1- Inizia con la strategia

Quali sono i valori e i comportamenti essenziali per sostenere la trasformazione digitale?

2- Scopri dove ti trovi

Valuta gli attuali livelli di sicurezza psicologica, impegno, agilità e innovazione nella tua organizzazione.

3- Disegna la cultura desiderata

Riconosci le principali lacune, fissa le priorità e crea piani e gruppi di lavoro.

4- Metti la cultura come ordine del giorno

La cultura deve essere all’ordine del giorno delle riunioni. Senza il coinvolgimento del management, la trasformazione digitale è solo un piano su carta.

5- Rafforzare la leadership e combattere le incongruenze

Sviluppa leader digitali. Allinea i processi, le politiche e le regole con la cultura desiderata.

6- Comunica

Tieni traccia di piani, progressi, correggi se necessario, riconosci i progressi e celebra tutti i risultati.

Sfrutta la tua trasformazione digitale attraverso la cultura

Spero che questo articolo possa esserti d’aiuto per migliorare la trasformazione digitale attraverso un nuovo sguardo alla cultura organizzativa.

Come abbiamo visto, dedicare tempo al lavoro sulla cultura è il primo passo affinché la tua trasformazione digitale abbia successo, collegando valori che rafforzano questo obiettivo strategico.

Articolo originale disponibile qui.


Scopri di più su come Cegos può supportarti nella trasformazione digitale della tua azienda.


Per scoprire di più sul tema, consulta il programma del corso La Digital Transformation come leva di crescita aziendale

/5 - Voir tous les avis

Altri focus sullo stesso tema

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la notifica sui nuovi post del Blog

Abilita JavaScript e Cookies nel brauser per iscriverti