L’importanza della pianificazione strategica per il successo aziendale

Di | 4 luglio 2018

Iñaki Quer Etxeberria, consulente Cegos Spagna, in questo articolo porta una riflessione sulla pianificazione strategica partendo da un curioso parallelismo. Circa 150 anni fa, infatti, Lewis Carroll nelle sue famose opere “Alice nel paese delle meraviglie” e “Alice attraverso lo specchio” ha fatto un’osservazione interessante che potrebbe aiutare a identificare un tema molto importante per le organizzazioni di oggi. Ad un certo punto della storia, la simpatica protagonista si guarda riflessa in uno specchio mentre corre più forte che può, accorgendosi con angoscia di rimanere ferma sempre nello stesso punto

.pianificazione strategica

Così come è accaduto ad Alice, ciò può succedere anche ad alcune aziende: in periodi di grandi cambiamenti, spesso si fa una gran fatica anche solo a rimanere “nello stesso punto”. E questa non è la situazione più pericolosa: se ci muoviamo ma in una direzione sbagliata, le conseguenze possono essere anche peggiori dell’effetto disastroso dell’immobilità.

Breve storia di Levi Strauss

Qualcosa di simile è accaduto alla multinazionale della moda americana Levi Strauss che, con oltre 120 anni di storia, nel 1990 possedeva il 48% del mercato americano. Nel 1998 la percentuale era scesa al 25%. I giovani, che erano il target di riferimento del loro mercato, iniziarono a non identificarsi più con gli abiti che tanto avevano apprezzato i loro genitori, pretendendo nuovi stili, prodotti diversi e un altro insieme di valori. La chiusura delle 63 fabbriche negli Stati Uniti, oltre ad altre in Europa, e il licenziamento di decine di migliaia di persone è stato il prezzo pagato da Levi Strauss.

La pianificazione strategica

Per evitare che circostanze simili a quelle descritte possano verificarsi in altre organizzazioni, attuare una pianificazione strategica efficace risulta essere una azione altamente raccomandata.

Per comprendere il concetto di pianificazione strategica, è bene fare riferimento ad un altro termine che indubbiamente si correla con esso: la previsione. Letteralmente  significa “vedere prima” e consiste in gran parte nell’ottenere informazioni sufficienti in modo che più o meno attendibilmente si possa stimare cosa accadrà in futuro. In questo modo, se per esempio la nostra previsione per il semestre successivo implica un aumento delle vendite dell’11% e l’obiettivo generale che la società ha fissato è del 15%, c’è una differenza del 4% che dobbiamo raggiungere cercando di influenzare il futuro che abbiamo predetto. In definitiva, l’insieme delle azioni e circostanze che opereranno per il raggiungimento di quel 4%, costituirà proprio la nostra pianificazione strategica.

Una Guida all’azione

A livello pratico ci si riferisce ad una guida sulle azioni e decisioni da prendere giornalmente all’interno di una organizzazione. Supponiamo, per esempio, che un’azienda decida di distinguersi nel proprio business grazie a due aspetti: l’offerta di un vantaggio competitivo concreto, che presuppone un valore aggiunto misurabile, e la volontà di essere l’azienda con i costi più bassi del mercato in cui opera. Queste due decisioni strategiche richiedono politiche e azioni diverse (canali di distribuzione, politica dei prezzi, organizzazione commerciale, linee guida di comunicazione…).

Quali sono quindi i vantaggi della pianificazione strategica? Bene, aiuta a rivedere la struttura dell’azienda consentendo di individuarne le debolezze e i punti di forza. Permette di affrontare il cambiamento in modo efficace evitando l’improvvisazione. Permette di acquisire vantaggio sulla concorrenza e non essere continuamente sulla difensiva, portando inoltre una maggiore efficienza nel coordinamento delle risorse aziendali stesse.

Pertanto, come disse saggiamente il generale Bonaparte; “Qualsiasi piano è meglio di nessun piano!” … anche se non proprio “qualsiasi”.

 


 

Leggi anche “Change & Changing: la gestione del cambiamento” e “Costruire una cultura della produttività: i tre piani di sviluppo“.

Consulta i programmi dei corsi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la notifica sui nuovi post del Blog

Abilita JavaScript e Cookies nel brauser per iscriverti